Noi, donne moderne: un viaggio tra preconcetti, desideri e tabù

Noi, donne moderne: un viaggio tra preconcetti, desideri e tabù

Cosa vuol dire essere una donna al giorno d’oggi?

Con una risposta davvero minimal, direi “sempre di corsa”.

Il lavoro, la famiglia, gli impegni e appuntamenti vari, i figli e tutto ciò che gira intorno ai figli, le bollette, la casa occupano talmente tanto spazio e tempo, che ai nostri hobby e alle nostre passioni non ci pensiamo neanche più. La nostra salute psico-fisica passa praticamente in secondo-terzo-quarto-quinto.. piano.

Abbiamo combattuto e stiamo tuttora combattendo per la parità dei sessi, sia nel lavoro che nello sport e le battaglie da affrontare restano ancora tante. Basti pensare che in certi angoli del globo ci sono ancora donne mutilate o che vengono date in spose da bambine, per via di tradizioni arcaiche e patriarcali che continuano ad essere tramandate di madre in figlia.

Certo che non dobbiamo essere noi a cambiare “il mondo”, ma sicuramente possiamo e dobbiamo contribuire ad un cambiamento di mentalità e all’estensione di nuovi orizzonti.

Perché le tradizioni sono belle, hanno qualcosa di magico, ma non quando mettono a repentaglio la salute fisica, la salute psichica e, soprattutto, la vita stessa.  

Anche la cultura che vede la donna “completa” solo se diventa moglie e mamma diventa soffocante, opprimente ed oppressiva se la donna che la vive non si sente “portata” per una vita di famiglia.

I tempi sono cambiati. Abbiamo vinto tante battaglie, in cui ci è stato riconosciuto il diritto al voto (in Occidente lungo tutto il 900, in Arabia Saudita nel 2015), l’interruzione di gravidanza volontaria, l’amore libero, il pari trattamento d’istruzione, abbiamo piano piano scoperto metodi contracettivi, siamo riuscite anche a raggiungere funzioni di capo di stato (anni 60-70). Ma con tutti questi poteri, con tutte queste vittorie, sono arrivate altre responsabilità.

Oggi siamo talmente prese dalla realtà, dagli impegni e dalle cose da fare, da progettare e a cui pensare, che ci dimentichiamo di Vivere. Ci dimentichiamo di essere donne e non delle macchine, ci dimentichiamo di avere un corpo ed un’anima da nutrire.

Ecco, io non ho vinto un premio Nobel, come Malala, o Emily Greene Balch, Tawakkul Karman e Leymah Gbowee, che hanno lottato per la pace o “per la sicurezza delle donne e per i diritti di partecipazione delle donne in un processo di pace”, non ho vinto gare o concorsi, non sono entrata in politica e nemmeno in movimenti attivisti.

Ma sto lottando, incessantemente, nel mio piccolo, con tutti gli strumenti che ho a disposizione, per ricordarti che tu sei importante, come cittadina e come donna.

Il tuo impegno nella società è importante, il tuo pensiero e le tue idee raccontate possono trasformare la realtà che stai vivendo, ma è altrettanto importante l’esempio che riesci a dare non solo alla società in generale, ma ai tuoi figli e ai tuoi nipoti, alle persone a te più care.

Ricordati che il benessere è contagioso.

Il sorriso.. è contagioso.

Perciò circondati di persone che possano ispirarti. Ma soprattutto, fai tu stessa qualcosa per il tuo corpo e la tua anima, perché sono gli unici con cui dovrai convivere anche nei sogni, quando dormi.

Trovati del tempo per leggere, per fare attività fisica a casa o in palestra, per andare in montagna, sui sentieri, trova il tempo per viaggiare, per far respirare la mente. Ritagliati del tempo anche per le amiche, la parrucchiera e l’estetista, per tutte quelle cose che ti aiutano a ricongiungere con una parte di te stessa.

Smettila di dire che non hai tempo per te stessa e comincia a trovarlo.

Smettila di trovare scuse e comincia a vedere le soluzioni ed i mezzi che hai a disposizione.

Non rimandarti più..

Agisci!

e comincia a volerti bene veramente!…

Annunci

2 commenti su “Noi, donne moderne: un viaggio tra preconcetti, desideri e tabù

  1. Pingback: Il potere di una canzone: scegli come vuoi sentirti | Genesis 3punto0

  2. Pingback: Come trovare la motivazione di fare qualcosa che non vuoi, ma che devi fare. | Genesis 3punto0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: