Le mie donne..

(giovedì 20 settembre 2018)

Come si può comandare all’anima?

Credo che sia pressoché impossibile..

Siamo ciò che siamo, anche se a volte cambiamo, ma forse solo per diventare noi Stesse, anche se siamo sempre state noi Stesse anche prima.. discorsi contorti, lo so..

E’ che siamo fatte di contraddizioni.

Sentiamo una cosa, poi ne facciamo un’altra. Vogliamo una cosa, poi ne facciamo una opposta.

Ma la verità è che la nostra anima, la nostra quintessenza se vogliamo chiamarla così, è perpetua. In tutte le nostre vite.

Ed ecco perché quando incontriamo un’altra anima che non ha neppure bisogno di parole per farsi sentire, facciamo fatica ad allontanarla dalla nostra testa, dal nostro cuore..

Siamo così in tanti, e così diversi..

 

Ma poi c’è una cosa che non riesco a capire…. Che forse non voglio capire..

Perché queste anime sono così lontane fisicamente?

Va bene, forse perché per qualche regola a me sconosciuta dell’universo, anime così ci devono essere in tutti gli angoli di questo mondo, per una sorta di equilibrio..

 

Le senti vicine, ma la logica ti dice che sono lontane, e da lì tutto un ambaradam di discorsi nella testa che ti porta a soffrire. A soffrire perché non puoi parlare con loro, scambiare parole ed opinioni, sorrisi e battute, qualche lacrima e un po’ di supporto morale, o magari anche uno schiaffo ogni tanto che ti riporti con i piedi per terra, o che ti apra gli occhi..

 

Non so se anche voi sentite quello che sto raccontando io qui..

 

A me manca un’amica “del cuore”. Non ce l’ho.

Mamma, non me ne avere, con te è bellissimo parlare, stare insieme, sentirti vicina.. Ma tu sei mia MAMMA, con te è speciale proprio per questo, il resto lo sai anche tu, me lo hai detto tu stessa… “La mamma è la mamma”…

Non so se e chi dei miei conoscenti legge queste righe..e sinceramente un po’ ci sto pensando se pubblicarlo o no.. (come la maggior parte delle cose comunque :)) ma so che là fuori c’è un mondo che non ha idea di chi sia io, e neppure gliene frega niente.. Però so anche questo, che, come me, c’è stato qualcuno alla ricerca di pensieri come i miei,, che cercava di capire se quello che sentiva era normale oppure no..

Io non ho paura di raccontare ciò che sono, ciò che sento.. sì, fa un po’ paura, perché metto il mio cuore ed i miei pensieri più profondi in preda ai lupi… ma non m’importa.

Se è l’unico modo che mi è concesso di aiutare, lo faccio.

 

I motivi per cui non ho un’AMICA sono tanti…

Per me, Amica è speciale. E’ profondo. E’ un qualcosa che va oltre la comprensione prettamente logica, quindi va oltre il “ci piacciono le stesse canzoni”, “gli stessi film”, “lo stesso tipo di abbigliamento”..ecc

Amica è colei che a fine giornata ti scrive, se vede che tu non scrivi niente..perché sa che se non scrivi niente vuol dire che non stai bene.

Amica è colei che ti tira fuori di casa quando non hai voglia di uscire, o viene a casa tua e ci restate insieme perché ha capito che devi tirare fuori delle cose da dentro…

 

Avrei tante cose da aggiungere ancora, ma mi fermo qui, perché finisce che mi metto l’anima in pena di nuovo..

Perché non ho un’amica?

 

Forse perché ho cambiato Paese, paesi e regioni..forse perché non sono mai stata troppo ferma in un posto..

Forse perché con l’incidente è sparito anche il briciolo di speranza che avevo..ero praticamente sempre in giro per ospedali.. casa e scuola. Ma ormai a quell’età ci avevo già fatto il callo, dopo l’illusione/delusione di un amicizia finita intorno ai dodici anni quando lasciai il Paese d’origine. E dal quel momento sono cambiata dentro. Tanto. Per un po’ ci avevo provato e riprovato a cucire qualcosa con altre “amichette”, ma nulla..e così mi sono fatta forza e ho accettato ciò che era.

Intorno ai sedici sembrava che qualcosa stesse nascendo…. Ma, come ho detto, sembrava. Perché poi ebbi l’incidente e tutto finì in un abisso di ricordi.

E poi, è stato tutto un vortice di cambiamenti ed eventi – tempo in cui ho cercato, ho sperato, ma nulla si è rivelato vero.. – fino a tempi recenti, quando ho cominciato nuovamente a sentire questa pulsazione forte dentro al cuore, di stare accanto a persone con anime simili alla mia….

 

Per tanto tempo mi sono sentita sbagliata

E sicuramente non avevo tutti i torti.

Ma è altrettanto vero che anche le altre, erano/sono sbagliate per me……

 

All’anima, non si comanda….

 

Ma perché, allora, quando conosco e sento certe anime, non mi faccio sentire di più (perché, come ho detto prima, sono tutte così lontane…) ?

Tante volte vorrei chiamarle, anche solo per sentire le loro voci…ma poi m’invento mille motivi per non farlo. A volte il coraggio lo trovo, ma la maggior parte delle volte, no.

E ho capito anche il perché…. Dopo tanto di quel tempo in cui ho pensato che fossi solo “pigra” o che “in realtà non mi importava molto”…..senza poi tralasciare il fatto che io non sono un’amante delle conversazioni telefoniche… sempre tante scuse, più o meno veritiere.. ma la verità è che se qualcosa Vuoi farlo, lo Fai.

…Comunque ho capito.

Ho capito che… il mio, è solo un meccanismo di difesa.

Se ti fa piacere continuare a seguirmi, iscriviti al mio blog.
Riceverai un’email quando sarà online un nuovo articolo 🙂

Annunci

2 commenti su “Le mie donne..

  1. Ti capisco , io ho due amiche ma in verità non riesco mai ad aprirmi realmente con nessuna delle due anzi con nessuno. Solitamente loro si sfogano con me , sono una brava ascoltatrice, però non riesco mai a buttare fuori i miei problemi e me li tengo lì perché penso sempre che i problemi degli altri siano più pesanti dei miei è così alla fine sto sola con le mie paranoie. Alzo muri che difficilmente butto giù anzi ti dirò si abbassano a volte per poi alzarli ancora di più e molto più alti , sarà che non mi fido più di tanto certo è che a 40 anni dovrei cominciare a togliere qualche corazza 😆 vedrai che prima o poi arriverà l ‘ amica con la A maiuscola per tutte e due . Buona ricerca 🍀

    Mi piace

    • Ciao Laura, a volte faccio come te, come nel tuo racconto.. il risultato è sempre lo stesso. Ma non ne faccio un dramma, anche se a volte fa un po’ male.. ma credo che tutto succeda con una ragione. Chissà come andrà ancora.. lo scopriremo solo vivendo!!Un abbraccio forte!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: