Il tempo..

(Domenica 9 settembre 2018)

Ho preso una decisione, e ho cominciato a metterla in atto.

Ho deciso che sarà un nuovo inzio. Una strada da cui non mi perderò più di vista, e dove resterò fedele a me stessa, nella totalità dei miei pensieri e dei miei “credi”.

Sto tremando, mentre scrivo queste righe..  (I wanna be “happier”…)

A dire il vero mi sento un po’ assorbita dalle canzoni di sottofondo, e mi immagino le storie raccontate nella mia testa..

E sogno, e sento che c’è qualcosa che non va in me, in questo momento… so che vorrei qualcos’altro, ma ho paura.

Eh certo, lo so.. chi non ha paura!

 

Ma come vola il tempo…..ho scritto 5 righe, nel tempo di 5 canzoni…

Ho ancora così tante cose da fare oggi..

Eppure mi sento bene qui, a scrivere queste benedette righe.. anche se mi tremano le mani, e sento un po’ anche il corpo tremare..

Ieri sera con Leo abbiamo guardato The Lake House, quello con Keanu Reeves e Charlize Theron, del 2006.. Erano tanti anni che non lo guardavo, ma tanti…

Ora è successo.

E si dice che nulla succeda per caso.

Infatti parlava del tempo.

Del tempo che vola e non ci aspetta.

Ma dice anche che a volte siamo noi che dobbiamo aspettare. Dobbiamo aspettare per vedere i nostri desideri realizzati.

Ora che lo scrivo mi sembra una gran cavolata. E chi non lo sa, questo? lo so anch’io, talmente bene!

Dio solo sa quanto ho aspettato finora, e quanto sto ancora aspettando .. senza certezza alcuna.

Ma le certezze, chi ce le ha?

Sisi, tanti corsi per autostima e super-branding e super-organization e super-mindests per “toccare le vette e non abbandonarle mai più”..

Tutte cazzate.

Siamo esseri così fragili, che basta un niente per romperci. Anche la persona più solida (mentalmente parlando) del mondo ha i suoi punti deboli. Ha quei punti un po’ crepati, che se toccati vanno in frantumi nel giro di poco..tutta la colla che li teneva uniti comincia a rompersi, ed ecco che basta un soffio di vento per sciogliere quel legame che teneva uniti quei pezzettini…

Poi, passa del tempo… e qualcuno si accorge che non serve incollarli… ma buttarli. O anche tenerli lì, per ricordo, come sopramobile. Ma incollarli non ha senso. Bisogna che impariamo a costruire qualcosa di nuovo al suo posto..

Cmq, tornando al film.. una delle cose che mi ha affascinato, perché me lo faceva leggere tra le righe, è sempre legato al discorso del tempo..

Mi sento nata nell’epoca sbagliata. Negli anni sbagliati, non so come spiegarmi..

E allo stesso tempo, mi sento “senza tempo”.

Lo so. È strano.

Ma neanche più di tanto.

Il tempo è solo un concetto inventato dall’uomo, alla fine….

 

 

E niente. Voglio scrivere. voglio scrivere per me. Forse è quello che avrei dovuto fare tempo fa. Oh, anzi…. Quello che non avrei mai dovuto smettere di fare…..

Forse è questa la mia colla, o forse sono i mattoni per ri-crearmi…

O magari sono tutte e due le cose..

Callum scott – you are the reason

Un po’ di colla per i pezzi a cui non voglio, o non posso ancora rinunciare.. e tutti gli altri, piccoli mattoncini, messi insieme uno alla volta, con la calma di un vero maestro.

Questa volta non ho intenzione di sbrigare la “guarigione” della mia anima.

Oh no.

Ho corso troppo, per troppo tempo, senza darmi il tempo di riconoscere ciò che stavo vivendo, ciò che stavo diventando..

E sono diventata ciò che pensavo di dover diventare.

E invece fanculo, no. Non sono io tutta questa. Io sono di più, anzi non lo so. io voglio di più, questo sì, questo lo so. E so che posso di più. Voglio dare di più. Mi sento sprecata.

Bebe rexa ft florida georgia line – meant to be

Chissà se però è solo questo, quello che mi sono scelta…. Chissà se il progetto che mi sono assegnata è stato proprio questo: imparare ad avere pazienza, e accettare.

Nessuno ha colpe di niente. Nessuno ci punisce, nessuno ci dà una qualche redenzione.

Siamo solo noi, gli dei nell’Idea di un Dio a cui ritorniamo ogni volta che abbandoniamo questa Terra.

 

Lay by your side – sam smith

P.S. I love you…

 

 

(Qualche ora più tardi…)

James arthur – recovery

sono le 18.41, ho appena finito di farmi le unghie..la maschera ce l’ho nei capelli (l’ho messa subito dopo il workout) e nel frattempo mi sono fatta anche le sopracciglia..

Sono scesa in palestra (dico “scesa” perché ce l’ho in garage, e abito al primo piano ^^) verso l’una e, conta una serie, contane un’altra, ho fatto circa un’oretta.

Come primo giorno dopo 3 mesi di stop, può starci. Soprattutto visto che sono ancora nei casini con la gamba.

Ci ho dato dentro? Oh sì. Specialmente considerati i nervi a fior di pelle da quando ho visto il disastro che c’era giù. Oh, e son 3 mesi che non sistemo, non 3 anni……………. Un DISASTRO. Vabe’. Sabato prossimo scenderò a sistemare tutto, l’ho già messo in agenda :)))

Dolori allucinanti, a riprese, durante l’allenamento..volevo togliere la protesi per allenarmi, ma il bisogno di vedermi sulle mie gambe è stato più forte. Così ho sopportato.

Da una settimana circa ho riportato su la carrozza, mi accompagna nei miei tragitti senza la protesi. Le stampelle sono solo un impiccio. Certo che stare seduta così tanto non fa bene, né a me né a nessun altro, neanche alla mia cellulite se è per quello :)) ma faccio del mio meglio..

Ecco.. da questo punto di vista, non mi sono mai persa….in un modo o nell’altro, ho sempre fatto tutto ciò che è stato in mio potere per non lasciarmi decadere così.

Rasoio o silképil anche in ospedale. Anche dopo qualche giorno dall’incidente, appena ho ripreso coscienza. Brutta e grassa com’ero, ma il silk épil era lì.

A volte mi mettevo pure un filo di trucco e indossavo il mio miglior sorriso, così la giornata poteva procedere.

Il fatto di non perdermi così, l’ho mantenuto anche dopo aver cominciato a convivere con Alex, anche dopo il matrimonio.. Si dice che “ci si lascia andare”, e ci si trascura..

io non mi sono persa.

Anzi. Ho cercato sempre di migliorare. E per ora, non mi sono fermata. Comunque, spero di non farlo mai, perché se lo faccio vorrà dire che sarò davvero un caso psichiatrico. E di merde e dolori ne ho visti, di tutti i tipi…….

 

Vabe’ teniam botta e andiamo a preparare la cena e a fare la doccia, che domani è Lunedì!!!

 

 

Oggi ho scritto con il cuore un po’ più in pace.

 

 

Se ti fa piacere continuare a seguirmi, iscriviti al mio blog.
Riceverai un’email quando sarà online un nuovo articolo 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: